top of page

Gibigiana

Riflessi di luce a.k.a un nuovo blog a cura di LightScene Studio.


Gibigiana is a flash of light reflected on a surface
gibigiana

Secondo il vocabolario italiano la "gibigiana" è quel lampo di luce riflessa su una superficie da uno specchio o dall'acqua. Più precisamente, il termine affonda le sue origini nel dialetto milanese e si riferisce a quando i bambini si divertivano a riflettere i raggi solari con un piccolo specchio, facendo la "gibigiana", appunto, per infastidire un piccolo animale domestico o per disturbare il vicino di banco.

La parola gibigiana è squisitamente lombarda, proprio come il nostro studio che ha la sua sede in uno dei quartieri più identitari e caratteristici di Milano. Tra i primi utilizzatori del termine ricordiamo due illustri milanesi, il poeta Carlo Porta e Alessandro Manzoni, che in una delle sue "Poesie Giovanili", intitolata proprio "Gibigiana" recitava:


"Del sole il puro raggio

rotto dall'onda impura,

sulle vetuste mura

gibigianando va"



un gatto e la gibigiana

Il filo conduttore con la tradizione milanese si arricchisce poi di un altro illustre portavoce, il designer Achille Castiglioni che nel 1980 progettò una lampada dal nome "Gibigiana".

Una lampada da tavolo pensata appositamente per le esigenze domestiche, caratterizzata da un fascio di luce concentrata e direzionabile, ideale per svolgere attività che richiedano attenzione e concentrazione in un ambiente con scarsa o nulla illuminazione.


Gibigiana lamp LightScene Studio
"Gibigiana", A. Castiglioni, 1980

Come sempre accade per il lavoro di Castiglioni, l'oggetto di design diventa una sintesi quasi perfetta tra aspetti ludici, soluzioni geniali e piccoli dettagli di qualità. Così è per Gibigiana dove un riflettore circolare in metallo con superficie specchiata (orientabile tramite una vite senza fine) riflette, senza abbagliamenti, un concentrato fascio luminoso, proveniente dalla sorgente occultata. A proposito di questa lampada lo stesso Castiglioni dirà «Il nome nasce dai ricordi della propria infanzia quando i bambini si divertivano a riflettere i raggi solari con un piccolo specchio, facendo la "gibigiana", così come veniva chiamato questo gioco nel termine popolare lombardo».


Achille Castiglioni LightScene Studio
Achille Castiglioni

In modo analogo, nel mondo del cinema la Gibigiana è un dispositivo usato per alterare colore e qualità della luce diffusa in un ambiente di ripresa. Consiste di un'asticella di legno su cui sono fissate delle striscioline di gelatina (ad esempio rossa per simulare la luce di una fiamma) che viene mossa davanti ad una sorgente luminosa.

Dal mondo del cinema apprendiamo anche un uso secondario del termine Gibigiana, ovvero quello di "donna che sfoggia un'eleganza vistosa". La gibigiana, donna languida e appariscente, compare ufficialmente per la prima volta nel film "Vanità" (1947,Giorgio Pàstina), pellicola nota per aver segnato il debutto cinematografico di Walter Chiari, tratta dall'opera teatrale "la Gibigianna" di Carlo Bertolazzi.


Vanità Gibigiana LightScene Studio
"Vanità", G. Pastina, 1947

Così il termine, nato nel gergo dialettale milanese, si è diffuso a tutta la lingua italiana, finendo per identificare un riflesso di luce, certo, ma uno di quei riflessi improvvisi, irriverenti e inattesi. Il termine si è caricato dunque di un significato più ampio del semplice gioco di luce, arricchendosi di sfumature che ora rimandano al gioco, ora all'irriverenza, ora al gesto romantico. Ed è proprio questa la parte che abbiamo trovato interessante del termine. Una parola milanese, squisitamente rivolta al mondo dell'illuminazione e del cinema, al contempo sintetica e complessa, briosa e divertente.


Per tutti questi motivi, intrecciati in maniera così originale, ci è parso quasi naturale intitolare il nuovo blog di LightScene Studio con il nome di "Gibigiana". Da oggi proveremo a essere giocosi e brillanti come la lampada Gibigiana di Achille Castiglioni, impertinenti come la Gibigiana cinematografica di Giorgio Pàstina e suggestivi come il riflesso della luce sulle increspature del mare. Benvenuti in Gibigiana, il blog di LightScene Studio dedicato alla luce, alle sue meravigliose e inattese applicazioni nel mondo dell'architettura e alle sue infinite connessioni con il mondo del cinema.


Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page